Materiale per la formazione


Formazione permanente a cura della Fraternità OFS di Lombardia 

Nel primo incontro: la dottoressa psicologa Elisabetta Orioli, che con la sua semplicità, la sua grande preparazione e la sua leggerezza e brillantezza ci ha aiutato a riflettere sull'essere formatore, sull'approccio nei confronti di chi ci è affidato: i "formandi".
Importante è avere il giusto approccio alla formazione, ed alle persone che incontriamo. Come relazionarsi quindi con coloro che troviamo sul nostro cammino? Come seguire i giusti passi senza anticiparli? Come comportarsi con le problematiche più comuni ai formatori?per ascoltare le registrazioni degli incontri clicca sul link:

 
 
 









Programma di formazione permanente del CIOFS per il 2014
Tema III: San Ludovico e il matrimonio[1]
 
“Dio, Francia, Margherita” (Motto stampato sulla fede nuziale di San Ludovico).
Se talvolta spendo molto denaro, preferisco spenderlo facendo elemosine per amore di Dio piuttosto che per miei capricci o per cose mondane” (San Ludovico a sua moglie Margherita).
 

 

ASPETTO storico: “la vita coniugale vissuta nella fede”

Gli sposi, tramite il loro consenso reciproco sono i ministri del sacramento del matrimonio.
All’epoca di San Ludovico, gli uomini, e soprattutto le donne, si sposavano molto più giovani di oggi. Il matrimonio era generalmente la conseguenza di un accordo tra le famiglie dei futuri sposi.
 
Quando si sposarono, San Ludovico aveva vent’anni e Margherita di Provenza solo tredici. Non si erano mai incontrati prima, ma ben presto si innamorarono profondamente l’uno dell’altro. Essi attenderanno sei anni la nascita del primo dei loro undici figli e conosceranno il dolore di perderne molti. Ludovico poi amava molto Bianca di Castiglia, sua madre, e ha dovuto combattere tra l’attaccamento alla madre e il suo amore per Margherita ma, nel rispetto di sua madre, ha definitivamente scelto l’amore per sua moglie.
Anche nella sua vita pubblica Ludovico ha sempre voluto con sé sua moglie Margherita e, fatto senza precedenti, l’ha portata con sé quando ha partecipato alla sua prima Crociata. Margherita, spesso senza capire il suo sposo, ne ha accettato il fervore religioso che, con il passare del tempo diveniva sempre più forte ed esigente. Ludovico si è reso conto che chiedeva troppo a sua moglie e si è sempre preoccupato di rendere sicuro il suo futuro. 
 ASPETTO storico: “la vita coniugale vissuta nella fede


continua, leggi tutto scheda di formazione n.1 San Ludovico e il matrimonio

Nessun commento:

Posta un commento